Finanza d'impresa & Formazione

ROI e ROE differenze e significato

ROI e ROE differenze e significato, calcolo reddività, Ros, Roi, Roa, Rod
Pasquale Stefanizzi
Pasquale Stefanizzi

Esperto in Rapporti
Banca-Impresa & Crowdfunding

Indice Contenuti

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter

ROI e ROE differenze e significato è un post dedicato al calcolo reddività aziendale! Ros, Roi, Roa, Rod sono i maggiori indici di redditività all’interno degli indici di bilancio.

Del ROE abbiamo già ampiamente parlato nell’articolo “Roe – Return On Equity: formula, definizione, calcolo, scomposizione“.

In questo post non parleremo solo di ROI ma, più in generlae, di reddività aziendale!

ROI e ROE differenze e significato – Calcolo reddività

La reddività aziendale non è un’entità unica! Ce ne siamo accorti parlando di scomposizione del ROE secondo l’approccio moltiplicativo e di scomposizione del ROE secondo l’approccio additivo!

Dire che si raggiunge la reddività quando si raggiunge l’equilibrio economico, ossia quando i ricavi sono maggiori dei costi può non essere sufficiente.

Dobbiamo infatti specificare di quali ricavi e di quali costi si stia parlando, di quelli caratteristici? o finanziari? di quelli straordinari? o accessori?

Il calcolo della reddività aziendale, di ROE e ROI, è condizionato appunto dalla natura della reddività aziendale che vogliamo analizzare. E’ necessario quindi fare più calcoli in ragione della reddività oggetto di indagine:

  • totale dell’impresa ==> ROE
  • caratteristica dell’impresa ==> ROA
  • delle vendite ==> ROS
  • del fabbisogno finanziario ==> ROI

Attualmente su wikipedia è riportato al link del ROA qualcosa di assurdo: il ROA è il rapporto tra l’utile netto e il capitale investito? MAI sentito!

Ros, Roi, Roe, Roa: mini guida agli indici di reddività

Non si può dire nulla in termini di ROI e ROE differenze e significato senza aver specificato Ros, Roi, Roe, Roa mini guida agli indici di reddività.

ROS – Return on sales

Il ROS è il return on sales, ovvero misura la reddività delle vendite! E’ importantissimo perché indica il margine col quale l’impresa sta lavorando.

Insieme al turnover condiziona il calcolo del ROA, infatti il ROA = ROS * turnover.

ROS ROI ROE sono fortemente interconnessi. La formula del ROS è Reddito Operativo / Ricavi netti di vendita.

Il calcolo del ROS è condizionato dal calcolo del reddito operativo (condizionato dagli ammortamenti) a numeratore e dall’assenza della variazione del magazzino a denominatore.

Per le imprese industriali, con forte presenza di capitali immobilizzati e da un turnover basso, potrebbe essere fuorviante il suo esame scevro da una contestualizzazione di settore SEMPRE INDISPENSABILE!

ROA – Return on assets

Il ROA è il return on assets, ovvero misura la reddività del capitale investito nell’impresa! E’ il rendimento della gestione caratteristica determinato rispetto a tutti gli assets dell’impresa.

La formula del ROA è Reddito Operativo / Capitale investito (totale dello stato patrimoniale).

E’ condizionato, ancora una volta, a numeratore dagli ammortamenti e a denominatore dalla somma tra patrimonio netto, debiti commerciali e debiti finanziari (non è poca roba)!

Le banche lo utilizzano per il calcolo del rating cercando però di metterlo a confronto con l’indice principe del rating di banca, ovvero: PFN/Ebidta o, per meglio dire in termini di reddività aziendale, col suo reciproco, ovvero: Ebitda/PFN.

Ricordando che qualsiasi analisi di bilancio debba essere rapportata alla natura dell’impresa e del settore nel quale opera, può essere utile confrontare il ROA con Ebitda/PFN.

Ci sono circostanza in cui le banche sbagliano a discriminare gli ammortamenti, i quali benché rimangano dei costi non finanziari meritano più considerazione quando sono analizzate imprese dagli ammortamenti importanti!

ROI – Return on investiments

L’ indice ROI è il return on investiments, misura la reddività delle fonti di fabbisogno finanziario ovvero dalle fonti di finanziamento specificatamente finanziarie che non sono solo i debiti finanziari ma tutte le fonti di natura finanziaria.

Come si calcola il roi? La formula ROI Non considera a denominatore i debiti non finanziari, per semplicità: TFR e debiti commerciali.

Si potrebbe pensare che la formula del ROI e il rapporto Ebitda/PFN siano simili ma non è così, perché:

  • la ROI defintion (ROI formula) è condizionata a numeratore dalle poste economiche non finanziarie (sicuramente ammortamenti ed accantonamenti) mentre l’Ebitda no,
  • il ROI è condizionato a denominatore dalle poste finanziarie di stato patrimoniale che non sono solo i debiti v/banche (ma come già detto quello non finanziari).

ROI e ROD: come analizzare il rendimento degli investimenti

Qual è la forbice, il differenziale, per misurare l’attitudine a investimenti remunerativi?

La differenza ROI e ROD offre una risposta a come analizzare il rendimento degli investimenti!

ROD – Return on debts

La formula del ROD è Return on debts = Oneri finanziari / Debiti

Attenzione al numeratore, spesso si fa l’errore di inserire la somma algebrica oneri e proventi finanziari…

E’ sbagliatissimo! Ci possono essere imprese (penso a quelle che fanno import / export) che potrebbero essere condizionate da un’area finanziaria se non positiva, ben condizionata dai proventi finanziari.

Il rapporto ROD potrebbe essere inficiato da questa cattiva informazione!

Fino a che il ROI > ROD allora l’impresa può spingere il suo indice di indebitamento!

Attenzione però perché il calcolo ROI e il calcolo ROD potrebbero variare per motivi esogeni (esterni) all’impresa. In questo caso mi soffermo alla variazione esogena del ROD, il quale potrebbe subire l’incremento della curva dei tassi!

In condizioni di equilibrio il ROD non dovrebbe superare il ROI altrimenti la ricchezza creata dalla gestione caratteristica sarebbe compromessa dai costi della gestione finanziaria.

calcolo del r o i, calcolo roi, formula del roi, roi wikipedia, return on investment… tutte parole fondamentali per valutare il tuo ROI!

Condividi questo articolo se l'hai trovato interessante!

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter

Iscriviti alla Newsletter

Ø spam, + Valore

Iscrivendoti a questa Newsletter Accetti di ricevere solo comunicazioni di altissimo valore.

L’invio delle email sarà quindicinale o maggiore.

Potrai cancellare la tua iscrizione in ogni momento tramite il link presente in ogni email o scrivendo una messaggio a: [email protected] .