Finanza d'impresa & Formazione

Educazione finanziaria

definizione di Educazione finanziaria cos'è l'educazione finanziaria libri corsi
Pasquale Stefanizzi
Pasquale Stefanizzi

Esperto in Rapporti
Banca-Impresa & Crowdfunding

Indice Contenuti

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter

Prima di parlare di definizione di Educazione finanziaria o spiegare cos’è l’educazione finanziaria, o ancora indicare libri o corsi sull’educazione finanziaria…

Vi spiego perché ne parlo in questo blog… Educazione finanziaria è un binomio di parole che rappresenta le fondamenta di A scuola d’impresa!

Sono frutto, chiaramente, dell’interpretazione di chi scrive, intento a parlare sempre di educazione finanziaria agli imprenditori!

La classe imprenditoriale va però costruita, è necessario quindi iniziare da subito a fare “educazione finanziaria”, altrimenti gli imprenditori del domani ne sapranno meno di quelli di oggi!

Questo argomento è molto ampio e complesso, ecco che la finanza d’impresa, è solo un pezzetto, a cui magari la persona media forse nemmeno arriva ma…

Non dimentichiamoci che c’è un forte nesso tra la persona fisica, la famiglia e l’impresa e che chiunque di noi si troverà a gestire almeno le proprie risorse o quelle della propria famiglia!

La condotta della famiglia come un’impresa, anche in termini di salute, non può quindi prescindere dall’educazione finanziaria d’impresa.

Eccomi allora a parlare di un’iniziativa trovata per caso sul web e che mi ha destato molto interesse!

Definizione di educazione finanziaria

Prima di parlare dell’iniziativa, è necessario specificare la definizione di educazione finanziaria, altrimenti faremmo un lavoro a metà.

C’è una bella definizione dell’OCSE, secondo cui l’educazione finanziaria

è un processo attraverso il quale i consumatori, i risparmiatori e gli investitori migliorano le loro capacità di comprensione dei prodotti finanziari e dei concetti che ne sono alla base e attraverso istruzioni, informazioni, consigli sviluppano attitudini e conoscenze atte a comprendere i rischi e le opportunità di fare scelte informate, dove ricevere supporto o aiuto per realizzare tali scelte e per le azioni da intraprendere per migliorare il proprio stato e il livello di protezione

OCSE

Sempre l’OCSE ha prescritto, nelle strategie nazionali per l’alfabetizzazione finanziaria, proprio quanto indicato con l’obiettivo di questo blog, ovvero

  • Utilizzare l’alfabetizzazione finanziaria per favorire l’accesso ai finanziamenti, la crescita e la sostenibilità delle attività;
  • Fare in modo che l’alfabetizzazione finanziaria sia un elemento essenziale del sostegno fornito da “sportelli unici” per piccoli e microimprenditori, se questi dispositivi sono disponibili;
  • Correlare l’alfabetizzazione finanziaria all’accesso ai finanziamenti, per esempio disponendo che la partecipazione a programmi di educazione finanziaria da parte di piccoli e microimprenditori sia un requisito necessario per beneficiare di regimi di sostegno finanziati dallo Stato;
  • Far ricorso all’esperienza e alle capacità di mentoring di fornitori di servizi finanziari e delle loro associazioni di categoria; e
  • Fornire sostegno a gruppi e reti di piccoli e microimprenditori per favorire il trasferimento e la diffusione delle conoscenze, il rafforzamento delle capacità e il mentoring.

Cos’è l’EF e come si può reinterpretare

Per rispondere alla domanda “cos’è l’educazione finanziaria“, si potrebbe dire che è un processo di crescita, coerente con la crescita della persona, utile al miglioramento delle economie di chiunque al fine di non incorrere in errori o in sottovalutazioni che possano compromettere la vita economica e sociale di una persona!

Per smorzare la difficoltà, bisogna interpretarla alla luce di modelli e paradigmi educativi di didattica innovativa!

Connubio tra didattica innovativa e crowdfunding non poteva certo passare inosservato in questo blog… ed eccoci a parlare dell’iniziativa BE MONEY SMART!” Un corso di economia e finanza per ogni studente.

Be Money Smart

Presupposto di Be Money Smart, si legge nel progetto, è quello di offrire uno strumento semplice ed intuitivo, coerente con le modalità didattiche improntate al learning by doing agli insegnanti.

Si potrebbero leggere dei libri di educazione finanziaria? Certamente ma forse è meglio partire da attività realizzabili insieme… Arriveremo anche al suggerimento dei libri di educazione finanziaria!

A partire da settembre 2020, in tutte le scuole di ogni ordine e grado è stata introdotta per legge, nel programma di educazione civica, l’educazione finanziaria e imprenditoriale.

Il compito di insegnarla, per il momento, è affidato ai “docenti dotati di sapere imprenditoriale e finanziario”. L’incaricato potrebbe essere un docente di qualsiasi materia: matematica, tecnologia, diritto, musica…

Di fatto, al momento non ci sono (o sono pochissimi) gli insegnanti dotati di competenze specifiche. La legge è dunque destinata a rimanere inapplicata.

Per evitare che ciò accada abbiamo costruito e sperimentato un’app e un percorso didattico fantastico che studenti e docenti adorano.

https://www.produzionidalbasso.com/project/be-money-smart-un-corso-di-economia-e-finanza-per-ogni-studente/

Come fare per raccogliere allora i soldi necessari (20.000 euro) per raggiungere e formare 10.000 studenti?

GENIALE… una campagna di crowdfunding reward! Ecco come realizzare il sogno di questa startup innovativa!

Oggetto della campagna di crowdfunding

Nei 20.000 euro non sono inclusi né i costi per la realizzazione della piattaforma di e-learning, né i costi del personale interno a VIK SCHOOL SRL.

Sono inclusi i costi per il personale esterno necessario per l’organizzazione e la realizzazione dei corsi e, soprattutto, per il proseguimento del rapporto con i docenti, affinché l’educazione economica e finanziaria diventi stabilmente un argomento di studio nell’ambito dell’Educazione civica.

Si pensi all’educazione al risparmio che, purtroppo, è stata completamente azzerata dall’attuale società dei consumi!

Spiegato cos’è l’EF ci tocca capire come si può reinterpretare… la campagna di crowdfunding ha molte insidie e poche certezze.

Bisogna aiutare questa startup innovativa a trovare i finanziatori disposti a fare in modo che il progetto possa raggiungere l’ambizioso obiettivo!

Partner di tutto rispetto è Banca Etica, non è però sufficiente. Per ottenere il cofinanziamento devono necessariamente essere raccolti 15.000 euro, importo di non scarso valore…

E’ necessario l’aiuto da parte di chi è sensibile a questo tipo di iniziative e vuole effettivamente fare in modo che l’educazione finanziaria sia insegnata!

Libri suggeriti

Per avere una competenza più completa e scoprire più approfonditamente cos’è l’educazione finanziaria, bisogna leggere!

Se mi posso permettere di suggerire dei libri di educazione finanziaria, direi che quelli indicati sono decisamente essenziali per un percorso di crescita professionalizzante:

Corsi di educazione finanziaria

Vi lascio due corsi di educazione finanziaria che ho personalmente pubblicato sulla piattaforma docety, entrambi di livello molto basilare al fine di sensibilizzare le persone ad una corretta gestione delle finanze.

Il crowdfunding per il finanziamento delle imprese

Il crowdfunding è oggi un’ottima alternativa di finanziamento per le imprese. In questo corso le basi per l’accesso e l’avvio di proficue campagne.

Come migliorare il rapporto con la banca

Il corso come migliorare il rapporto con la banca alla luce delle recenti normative ha un obiettivo specifico quello di sensibilizzare gli imprenditori a come migliorare il rapporto banca-impresa

Condividi questo articolo se l'hai trovato interessante!

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter

Altri Articoli

Scrivimi per un approfondimento

Iscriviti alla Newsletter

Ø spam, + Valore

Iscrivendoti a questa Newsletter Accetti di ricevere solo comunicazioni di altissimo valore.

L’invio delle email sarà quindicinale o maggiore.

Potrai cancellare la tua iscrizione in ogni momento tramite il link presente in ogni email o scrivendo una messaggio a: [email protected] .