Finanziamenti alle imprese - A Scuola d'Impresa - CDP

I finanziamenti alle imprese è in questo periodo un argomento di difficile trattazione a causa delle tensioni sui mercati.

Quanti imprenditori si sono sentiti rispondere dal proprio istituto di credito che in questo momento i tassi di interesse sui prestiti sono al 6%, 7%, 8,%, ecc. di solo spread o, peggio, che non possono ottenere il credito agli investimenti?

E’ in arrivo una misura di finanziamento alle imprese, da parte di Cassa Depositi e Prestiti, proprio a vantaggio delle piccole e medie imprese che hanno interesse a iniziare o terminare progetti di investimento!

Si chiama “NUOVO PLAFOND PMI”, oltre all’obiettivo citato, questa misura andrà anche a finanziare le operazioni di acquisto, da parte delle Banche, di crediti vantati dalle PMI nei confronti della Pubblica Amministrazione.

Finanziamenti alle imprese

Finanziamenti alle imprese

NUOVO PLAFOND PMI

Prima di andare nel dettaglio di cosa si finanzia, tengo a precisare la modalità con cui tutto questo avverrà!

Cassa Depositi e Prestiti (CDP) metterà a disposizione del sistema bancario delle risorse a tassi agevolati che le banche dovranno poi ribaltare sulle imprese!

L’invito che faccio agli imprenditori è di chiedere specificatamente al proprio istituto di approvvigionarsi di risorse presso CDP, così da avere uno sconto consistente sul tasso di interesse pagato (in alternativa, potrebbero dirvi di essere andati sul mercato e di aver pagato caro il denaro a voi prestato). In ogni caso, per ottenere queste risorse a vostro vantaggio, la banca erogante dovrà:

  • utilizzare uno specifico modello, che dovrete firmare, sul quale si indicherà la volontà di richiedere la provvista di denaro a tassi agevolare,
  • indicare sul contratto che la provvista di risorse, per il vostro finanziamento, è stata operata presso CDP e dovrà indicare anche lo spread pagato!

Il PMI-I si scompone in due sotto-plafond:

Tranche A: 3 miliardi di euro, da assegnare con riferimento alla quota di mercato, al 31 dicembre 2011, di ciascun istituto di credito nei confronti delle PMI. Una quota, pari al 15%, è riservata a favore delle Banche del Sistema del Credito Cooperativo. La contrattualizzazione e gli utilizzi saranno possibili fino al 31 dicembre 2013.

Tranche B: 5 miliardi di euro, riservato alle sole Banche che abbiano stipulato il contratto di finanziamento sul Nuovo Plafond PMI. L’accesso al sotto-plafond – con modalità a sportello – sarà possibile, durante il periodo di disponibilità della Tranche A, per le Banche che abbiano tirato il 100% del Plafond Individuale; successivamente, sarà necessario aver utilizzato, sia pure parzialmente, uno dei sotto-plafond PMI già attivati.

Di non minore importanza, per le imprese esposte con crediti verso la Pubblica Amministrazione la misura PLAFOND PMI-CREDITI VS PA

PMI-Investimenti (PMI-I)

Tornando all’articolazione della misura, il Plafond PMI-Investimenti (PMI-I) è destinato al finanziamento, anche nella forma del leasing finanziario, di iniziative relative a investimenti da realizzare e/o in corso di realizzazione ovvero ad esigenze di incremento del capitale circolante delle PMI.
Rimango a vostra disposizione (basta lasciarmi un commento in questo blog) e BUONA impresa a tutti!

Aggiornamento dell’11 maggio 2012:

Oltre a BNL ha aderito all’iniziativa UNICREDIT, ecco il link ufficiale: http://portalecdp.cassaddpp.it/content/groups/public/documents/ace_documenti/011675.pdf

Aggiornamento del 17 maggio 2012:

Hanno aderito altre 2 banche, ovvero BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE S.C.P.A. e BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI BUSTO GAROLFO E BUGUGGIATE –S.C.

ATTUALMENTE QUESTA PROCEDURA è SUPERATA MA TANTE ALTRE SONO IN VIGORE. BASTA CONTATTARMI

Leave a Reply