Flipped classroom - A Scuola d'Impresa

Nel gennaio 2019, è stata avviata una sperimentazione flipped classroom, presso l’Istituto Tecnico Superiore per il Turismo, nell’unità formativa Tourism Management & Economics 4.0.

Flipped classroom nel Tourism Management & Economics 4.0

Nel corso del modulo, gli allievi hanno sviluppato le capacità di comprensione del ruolo e punti di forza e debolezza dei principali comparti del sistema turistico in Puglia, nella prospettiva degli operatori privati e pubblici (alberghi, tour operator, agenzie di viaggio dettaglianti, compagnie aeree, organizzazioni turistiche pubbliche).

Per raggiungere l’obiettivo è stata utilizzata la nota tecnica di learning by doing del flipped teaching.  Al fine di valorizzare un importante lavoro, durato molti mesi e svolto da parte della Regione Puglia in sinergia con gli stakeholders del settore, è stato utilizzato il materiale del Piano Strategico del Turismo della Regione Puglia 2016-2025, .

Strategia

Con la flipped classroom è stato valorizzato il tempo trascorso in aula, rendendolo più produttivo per il processo di apprendimento (apprendimento attivo). Durante le ore di lezione si è andati in profondità, provando a

  • risolvere i problemi emersi durante il confronto operatore pubblico (Regione Puglia) – operatori privati,
  • approfondire gli argomenti (le diverse sfaccettature del settore turistico che, l’accelerare dei tempi e l’innovazione tecnologica, hanno fatto sì che si creassero),
  • collegare temi e analizzare i contenuti emersi,
  • produrre elaborati di gruppo in modalità P2P (peer to peer) in un contesto di laboratorio assistito.
Gli allievi sono stati critici con se stessi al fine di sforzarsi per cercare soluzione semplici, banali ma funzionali ed originali.
Fine ultimo: rendere il proprio apporto al settore e/o alle aziende presso le quali faranno gli stage estivi operativo e di arricchimento.
Come in uso nella flipped classroom, il docente è divenuto guida dei 6 gruppi (auto creatisi). Ha fornito agli studenti tutta l’assistenza utile a fare emergere osservazioni e considerazioni significative, che hanno distinto le peculiarità emerse nei 6 temi oggetto di approfondimento (prodotto, accoglienza, infrastrutture, formazione, innovazione, promozione). Gli stessi temi identificati come strategici da parte della Regione Puglia per il turismo (punti di forza e debolezza, minacce ed opportunità).

Modalità operativa

E’ stato possibile sperimentare questa tipologia di approccio perché l’ente pubblico ha, in modo lungimirante, reso noto l’intero lavoro online e pubblicato i video dei 10 incontri sul social network YouTube. In questo modo gli allievi dell’ITS per l’Industria dell’Ospitalità e del Turismo Allargato (primo anno – biennio accademico 2018-2020) hanno potuto prendere coscienza delle problematiche avvertite dagli operatori e delle soluzioni proposte, inserite nel piano strategico che li vedrà protagonisti (2016-2025).

Per fare profitto, gli operatori turistici devono conoscere le criticità del proprio settore. Ciò al fine di migliorare le proprie performance aziendali e risolvere problematiche e bisogni espressi dal territorio e dai turisti.

Le risorse che creano valore per le imprese turistiche in Puglia è quanto emerso dal lavoro degli allievi.

Gli allievi hanno compreso ed approfondito la natura ed il funzionamento degli operatori turistici, le principali funzioni aziendali nelle diverse tipologie d’azienda del settore, attraverso una approfondita disamina dell’organizzazione e delle tecniche gestionali adottate dalle imprese che offrono servizi turistici.

Risultati

Capacità/abilità acquisite

  • individuare i fattori chiave per il “successo” di un’impresa turistica operante in Puglia, definendo preliminarmente criticità e difficoltà derivanti dalla complessità delle relazioni tra singolo prodotto turistico e sistema d’offerta,
  • analizzare la gestione e l’organizzazione di un’impresa turistica operante nel settore turistico in Puglia (tra difficoltà strutturali, infrastrutturali e di pensiero organizzativo e cooperativo).

Conoscenze

  • caratteri e modalità di definizione dei bisogni turistici, dell’individuazione dei prodotti/servizi utili per la soddisfazione e raggiungimento del mercato obiettivo,
  • principali operation dell’hotellerie e delle tipologie di ricettività turistica extralberghiera,
  • concetti di qualità e sostenibilità dei prodotti/servizi, valorizzazione di quanto già creato, modalità di raggiungimento e monitoraggio dei risultati raggiunti,
  • elementi di programmazione strategica.

Leave a Reply