Finanza d'impresa & Formazione

Cittadino e ambiente

Pasquale Stefanizzi
Pasquale Stefanizzi

Esperto in Rapporti
Banca-Impresa & Crowdfunding

Indice Contenuti

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter

Sulla problematica riguardante il rapporto tra cittadino e ambiente, un grande ecologista americano come Barry Commoner disse “Dobbiamo imparare a restituire alla natura ciò che le chiediamo in prestito”.

Siamo certamente dinanzi ad un aforisma che è contestualmente verità, realtà e necessità, soprattutto rapportato alla situazione che viviamo nell’ambiente dei nostri giorni.

Rapporto tra cittadino e ambiente

Verità, perché se ci fermassimo un attimo a riflettere, ci renderemmo subito conto che in natura tutto è un continuo ricircolo.

Realtà, perché nessuno di noi, nessun cittadino può muovere dubbi sul fatto che siamo continuamente immersi in un contesto dal quale non possiamo sfuggire e con il quale dobbiamo convivere.

Necessità perché siamo costretti, malgrado le speculazioni del mercato economico e sociale, a renderci conto  che le risorse naturali dalle quali traiamo sostentamento non sono inesauribili.

Ecco quindi che si pone il problema di cittadino e ambiente per il singolo cittadino e per lo stesso cittadino quale componente di una grande comunità, che è la “ razza umana”, di doversi porre delle domande e soprattutto comprendere il ruolo da assumere nella sfida posta da questo tempo per la preservazione degli ecosistemi naturali ( rifiuti, desertificazione, cambiamenti climatici, etc.).

Non è certo soltanto con le politiche o con i provvedimenti economici che si possa sperare di fermare certe irreversibilità o conflitti nei confronti dell’ambiente se non prima partendo dalla piena consapevolezza dei problemi che sono stati creati dall’homo economicus.

Siamo dinanzi ad un quadro certamente inquietante che coinvolge tutto l’ambiente che ci circonda.

Quadro che è paradossalmente affascinante e complesso e che necessita di una forte accensione culturale, di una vera “inversione di tendenza”, in grado di garantire pragmaticità e lungimiranza per inquadrate il tema di cittadino e ambiente al meglio!

Del resto, non può sottacersi sull’esistenza di questi problemi, talchè la rotta da seguire non potrebbe che essere quella di affrontarli con decisione e soprattutto con il buon senso.

Ognuno di noi deve prendere atto, sia come singolo cittadino, che come collettività, che la tutela dell’ambiente passa prima di tutto dalla consapevolezza che noi abbiamo dello stesso.

Condividi questo articolo se l'hai trovato interessante!

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter

Altri Articoli

Scrivimi per un approfondimento

Iscriviti alla Newsletter

Ø spam, + Valore

Iscrivendoti a questa Newsletter Accetti di ricevere solo comunicazioni di altissimo valore.

L’invio delle email sarà quindicinale o maggiore.

Potrai cancellare la tua iscrizione in ogni momento tramite il link presente in ogni email o scrivendo una messaggio a: [email protected] .