Come ridurre il leverage e migliorare la PFN - A Scuola d'Impresa

Come ridurre il leverage e migliorare la PFN è uno dei limiti che, spesso, lo Stato Patrimoniale di un’impresa ci chiede di superare.

Ridurre il leverage è molto complicato. Le modalità per farlo sono molto poche, soprattutto se non vogliamo ridurre l’importanza (in termini di capitale investito) dell’impresa.
Forse l’unica possibilità è chiedere all’imprenditore di mettere mano al proprio portafogli. 

Migliorare la PFN (acronimo di Posizione Finanziaria Netta, ossia differenza tra disponibilità e debiti finanziari) offre qualche opportunità in più perché basterà spostarsi verso l’indebitamento non finanziario (complicato ma fattibile).

Come ridurre il leverage e migliorare la PFN

Come ridurre il leverage e migliorare la PFN con l’equity crowdfunding

Nel video troverete un passo interessante, a parere di chi scrive, per rispondere adeguatamente alla domanda come ridurre il leverage e migliorare la PFN con l’equity crowdfunding ovvero con lo strumento più moderno di condivisione del rischio d’impresa.

L’imprenditore dovrà fare superare un ostacolo culturale. Soprattutto nelle piccole imprese di famiglia, dove il management si confonde con la proprietà.
Nel tempo l’imprenditore infatti non ha mai pensato che si potesse aprire la proprietà della propria impresa a terze persone.

In questo blog si è già parlato di equity crowdfunding più volte, offrendo il contributo in convegni e giornate di approfondimento (si ricorderà “L’equity crowdfunding per lo start up d’impresa e lo sviluppo del Territorio“).

La precedente normativa limitava l’utilizzo dell’equity crowdfunding alle sole startup innovative, poi anche alle PMI innovative. Dall’inizio del 2018 ogni barriera per le PMI (chiaramente Srl) è stata eliminata.

I requisiti che devono possedere le Pmi-Srl sono:

  • microimprese con meno di 10 dipendenti e un fatturato (oppure un totale di bilancio) inferiore a 2 milioni di euro;
  • piccole imprese con meno di 50 dipendenti e un fatturato (oppure un totale di bilancio) inferiore a 10 milioni di euro;
  • medie imprese con meno di 250 dipendenti e un fatturato non superiore a 50 milioni (oppure un totale di bilancio non superiore a 43 milioni di euro).

Adesso tocca agli imprenditori rispondere al quesito come ridurre il leverage e migliorare la PFN con l’equity crowdfunding.
 

Leave a Reply