• A scuola di impresa

    A scuola di impresa è una palestra di innovazione nella didattica. In linea con le moderne metodologie di learning by doing

    sabato 8 febbraio 2014

    Ricerca e innovazione

    Ricerca e innovazione sono gli elementi dai quali non si può prescindere per far ripartire il Paese.
    Ricerca e innovazione dovrebbero muovere la politica degli incentivi.
    Ricerca e innovazione dovrebbero essere i drivers del cambiamento!
    Pubblichiamo la notizia (oggi come oggi, per essere onesti, senza grande convinzione) che forse è arrivato il momento in cui, anche in Italia, sia l'incentivo alla ricerca ed all'innovazione a spingere verso la crescita.
    I ministri della Coesione Territoriale (Carlo Trigilia), dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (Maria Chiara Carrozza) e dello Sviluppo economico (Flavio Zanonato), hanno presentato lo scorso 6 febbraio al Consiglio dei Ministri la relazione: "Ricerca e innovazione nelle imprese - Misure di sostegno immediato alle attività innovative e di ricerca delle imprese".
    Un pacchetto di incentivi, per un totale di 250 milioni per il 2014, che si pongono come obiettivo quello di rafforzare la ripresa economica con azioni qualificate per la crescita e valorizzare immediatamente le opportunità offerte dal nuovo ciclo di programmazione europea. La finalità principale è di estendere l'occupazione qualificata e il potenziamento dell'innovazione e internazionalizzazione delle imprese.
    FORSE, dico FORSE questa volta i soldi per ricerca ed innovazione arriveranno veramente perché l'intervento avverrà attingendo ai fondi strutturali europei per le Regioni del Mezzogiorno.
    • Misura n. 1 (PON Ricerca e Innovazione)- Rise & Shine: Incentivi alle imprese per l’impiego di ricercatori con profili tecnico‐scientifici. Concessione di incentivi alle imprese che assumono con contratto a tempo indeterminato , previo stage annuale, dottori di ricerca e laureati magistrali in discipline tecnico‐scientifiche 
    • Misura n. 2 (PON Ricerca e Innovazione) - Mille e più dottorati innovativi. Realizzare circa 2000 percorsi formativi progettati d'intesa fra le scuole di dottorato delle università ed altri soggetti operanti nei territori di riferimento (regioni, imprese, enti di ricerca, pubbliche amministrazioni) cofinanziati da parte delle imprese
    • Misura n. 3 (PON Ricerca e Innovazione) - Reti per l’innovazione. Programmazione congiunta della ricerca 
    • Misura n. 4 (PON Ricerca e Innovazione) - Potenziale in movimento. Favorire la mobilità transazionale dei ricercatori e le reti di collaborazione della ricerca attraverso il finanziamento di appositi progetti
    • Misura n. 5 (PON Imprese e Competitività) - Un laureato in ogni impresa. Con apposito decreto attuativo, sarà realizzato un intervento integrativo per le PMI del Mezzogiorno, attraverso la concessione di un contributo aggiuntivo al credito di imposta già previsto dalla norma nazionale, elevando complessivamente la copertura dei costi aziendali per le assunzioni dei lavoratori qualificati fino al 75%
    • Misura n. 6 (PON Imprese e Competitività) - Voucher” per l’innovazione per le PMI. Concessione di contributi a fondo perduto nella forma di “voucher” da spendere presso soggetti erogatori di servizi qualificati e connessi ad attività di ricerca e sviluppo, sviluppo di nuovi prodotti/processi/ servizi, consulenza legale per la tutela della proprietà intellettuale, sperimentazione di nuove tecnologie, consulenza manageriale per l’innovazione strategica, organizzativa e commerciale (Università, Enti di Ricerca, società di consulenza etc.)
    • Misura n. 7 (PON Imprese e Competitività) - “Voucher” per l’internazionalizzazione delle PMI. La misura prevede il sostegno per PMI per l’acquisto di servizi per l’internazionalizzazione delle imprese attraverso la concessione di contributi a fondo perduto nella forma di “voucher” per l’acquisto di servizi per un importo non superiore al 60% del costo del servizio ritenuto ammissibile e comunque non eccedente l’importo di 30.000 euro. I servizi riguarderanno l’esame delle possibilità di internazionalizzazione dell’impresa anche in forma aggregata di reti di impresa, attraverso “business scouting” sui mercati esteri, indagini di mercato, ricerca potenziali partner esteri (aggregazione in filiere); costruzione di appositi siti web per i mercati internazionali; assistenza sui mercati esteri connessa alle questioni legali, doganali e fiscali; consulenza per partecipazione a gare; consulenza in tema di proprietà intellettuale; eventi promozionali e di comunicazione; missioni di incoming.
    Cercheremo di tenerci informati ed informarvi non appena avremo indicazioni operative specifiche!

    Fashion

    Beauty

    Travel